sabato 20 agosto 2011

Un bel lungo !!!


La Feltona a Castelberto
Un bel lungo quello di oggi 20/08 in mtb. Nel pomeriggio di ieri cero di trovare qualche invasato come me che vuole uscire presto e spararsi un bel lungo sulla lessinia. Provo con Papataso, niente è già ingaggiato dal suo Ds che ha previsto altri tipi di allenamento (ndr), ma l'insetto colognese mi dice che Giorgio, il suo collega è alla ricerca di Bikers per un giro. Bene gli dico mandami il numero che lo chiamo. Putroppo il numero mi arriva ma in mms ed il mio stupido telefono non vuole saperne di farmelo aprire. Poco male, penso, allora chiamo Orlandi e lo messaggio dicendogli l'orario di ritrovo dell'indomani mattina 7:30 a Marzana e di sentire lui Giorgio: Orlandi, tuttavia non mostra segni di vita, e dunque dopo tre chiamate a vuoto ed un sms, desisto.


Sento allora Giorgio vr Bike e Alessandro sempre vr bike con i quali confermo l'appuntamento.
Partiamo in leggero ritardo da Marzana e proseguiamo lungo la valpantena fino a Bellori, da dove inforchiamo una delle più belle lunghe e impegnative salite in sterrato, che conducono ad Erbezzo. L'ascesa sarà scandita da, una sete forte che ci ha spinti in contrada Portello a chiedere ed ottenere dell'acqua ad una gentilissima signora intenta ad accudire l'orto, i tafani, che rompevano i cogliani (per fare la rima) e dei paesaggi veramente incantevoli. Giunti ad Erbezzo, rapida sosta acqua, e coca per me,  tento i miei compagni di squadra con il tortino di Passo fittanze e VAIIIIIII. Li ho conquistati, giunti al passo via asfalto, giorgio e ale erano quasi niente allenati e per di più ale non poteva fare tardi.

Qui saluto gli amci e proseguo in solitaria doppiando nell'ordine, bivio malga pidocchio, riifugio castelberto per giungere a san giorgio, da dove prendo lo sterrato che porta sino a parparo vecchio, passando sul magnifico orrido sopra giazza. Da parparo ripercorro la legend di quest'anno sino ad azzarino e poi scendo in asfalto sino a casa.

I dati 95 km per 4.45ore di running e quasi 1900 metri di dislivello per un giro FANTASTICO che sognavo da molto tempo.

Bene la copertura posteriore, il Maxxis Aspen, che nonostante gonfiato a 2 non mostra particolari difficoltà
Veduta da Castelberto

 

2 commenti:

"Cactus" ha detto...

Ciao,
hai mica la traccia?
Cactus

bucephalo ha detto...

No purtroppo, non sono così tecnologico.
MA conto di farlo insieme un volta