domenica 25 novembre 2012

E allora diamogli corda !!!

Ieri sabato 24 novembre al mattino decido che è meglio andare al lavoro per portarmi avanti sulla valanga di cose da fare. Positivo il bilancio, riesco a portare avanti qualche pratica e a programmare qualche appuntamento. Ultimamente infatti sono molto molto oberato perché oltre al mio lavoro ho ricevuto anche quello del responsabile delle risorse umane...che ora sono io e quindi dopo 5 anni mi HANNO DATO L'AUMENTO....si ma di lavoro, però perché il mio stipendio è rimasto sempre lo stesso.....


Immagine di repertorio

Alle 12:20 decido che 4 ore e mezza di lavoro possono bastare e mi metto il casco e salgo sul beverly e torno a casa. Il tempo è bello e Mirko e Marco di solito escono al pomeriggio e allora...sento Mirko e mi accordo con loro. Ritrovo ore 13:45 a San Michele da qui tra varie vie dei campi arriviamo al forte di Montorio e quindi decidiamo di fare la corda. Decisione azzeccatissima, nonostante qualche pattinamento al posteriore sulla rampa prima della corda...benone tutta in sella ance nella seconda parte. Con una certa soddisfazione devo dire che nonostante sia una settinama che non pedalo, fatica a parte la mia azione è buona, nonostante alla fine del giro le game saranno legnose.

Dopo la corda prendiamo per monte Viola e in prossimutà dell'acquedotto svoltiamo a sinistra in direzione Lumiago e qui sarà divertimento assoluto. La strada sterrata dove c'erano un bel po' di pietre grosse è stata pulita e quindi via....i freni non vengono nemmeno usati se non prima della curva a sinistra. Bello anche il boschetto e quindi via di saponette insolitamente piene di legna tagliata.

Poi ciclabile e a Poiano a salire dalla Castellana e quindi giù a bomba dal sentiero delle radici per poi dirigerci in città in via Roma per un bel caffè.
Rientro con 37 km carico di adrenalina e con la mente un po' più libera dai pensieri.

domenica 18 novembre 2012

Il tour del Gramolon !!!

Dico 2 no dico, due settimane di digiuno dai pedali rotte (finalmente) da un giro oserei dire "epico" per la qualità della compagnia, del tempo atmosferico e degli scenari oltre che per i sentieri percorsi oggi.
Saranno poco più di 50, 53 i km percorsi questo 17 novembre con un'altimetria di 2000 metri.

Grazie ad Osvaldo di Chesini per aver prestato il furgone a Fabio che "quasi puntuale" è passato al ritrovo  a prelevare me e Andrea e condurci all'appuntamento con Alessandro (agente orange) e Orlando in quel di Selva di Progno.

L'aria è frizzante...anzi fa un freddo bisso e gli zero gradi della partenza mi spingono ad indossare il passamontagna. Per fortuna, però la strada parte subito in salita verso Campofontana e quindi ci scaldiamo presto. Da Campofontana scendiamo in direzione Durlo per poi svoltare su una carrareccia ed andare a prendere il sentiero Milani, un vero tripudio di colori e cascate spettacolari. Sembra quasi impossibile raggiungere il rifugio Montefalcone che si staglia in cima alla cresta....ma si sa la tenacia dei bikers è leggendaria.

La strada sale e si guadagna anche il rifugio Bertagnoli dove una coca qualche panino e qualche fetta di torta ci ridonano vigore. Poi partiamo alla volta del Falcone, prima di ragiungere il quale scattiamo delle immagini magnifiche dell'alto comprensorio delle piccole dolomiti, individuando il passo della lora, malga campogrosso solo per citarne alcuni...certo è che con un cielo terso così...era facile scorgere tutto.

Dal rifugio Falcone, torniamo indietro e dirigiamo verso il passo Scagina, facendo attenzione ai passaggi esposti  e alle frane che più di qualche volta ci hanno costretto a procedere a piedi, non senza qualche pericolo.

Spettacolare il rientro dalla Val Fraselle con qualche numero in discesa fra derapate e orecchie dritte per qualche tratto ghiacciato. Contento particolarmente per non essere incappato in noie meccaniche che crevedo sarebbero emerse dal freno posteriore le cui pastiglie erano praticamente finite (già prima di partire) e mi hanno costretto per tutto il giro a pinzare molto con l'anteriore.

Ottimo terzo tempo all'agriturismo Eibaner di Giazza dove ci siamo ristorati sebbene un'ora in ritardo 14:30 rispetto alla tabella di marcia.

Linko le foto al blog del conte:
LE FOTO DEL CONTE

mercoledì 31 ottobre 2012

Un digiuno lungo una settimana

 E' UNA SETTIMANA CHE NON PEDALO.....

Tra lavoro, pioggia e faretto rotto...

Spero domani di riuscire a fare un piccolo giretto anche se ho dei vincoli di orario in quanto alle 12:00 devo essere a Garda con le gambe sotto la tavola.

mercoledì 24 ottobre 2012

4 colpi di pedale, ma dati bene

Ieri sera rapido scambio di mail con Lucaling e quindi ritrovo ore 17:30 sotto casa mia in bici da corsa alla volta della Cola.
Subito una torricella presa allegra e poi via, Luca emulo dei Milanomanetta sguscia via in mezzo al traffico di via mameli, ma una volta arrivati all'imbocco della Cola, via di padella entrambi e saliamo regolari di 50*21, allenando la nostra forza muscolare.

Incantevoli gli scenari regalati dal tramonto nei paraggi di Montecchio, poi via giù da via are zovo e quindi la città e rientro a casa con 32 km pedalati di buon ritmo in un'ora ed un quarto.

Sinceramente la gamba mi girava proprio bene in rapporto alla fatica che (non) facevo e quindi ho fatto una bella progressione prima di scendere da via Are Zovo nel tratto di falsopiano in salita dove il conta km indicava 48/50 km/h !!!

Bello !!!

Unica cosa da rivedere la sella, che penso di sostituire con una smp...attualmente la mia slr con il buco in mezzo mi crea delle fastidiose pressioni nella zona perineale che aumentano all'aumentare della cadenza di pedalata e diventano piuttosto fastidiose dopo un paio d'ore.

Grazie a Luca per la compagnia e...a presto !!!!!

martedì 23 ottobre 2012

Una bella serata

Bella e divertente la serata andata in scena ieri in pizzeria con il team Chesini ed i futuri prossimi iscritti. Tante idee e due certezze, i vicepresidenti dei reparti squadra Fabio Savoia, alias il Conte per la mtb, mentre Romeo per quanto riguarda le ruote strette.
Sono stato contento di aver conosciuto Paolo e Federico, il primo ho scoperto essere un lettore del mio blog, soprattutto da quando ho decantato le doti della mia pompa da bici....

Ciao a tutti....e a presto, sicuramente non alla pizzeria Ranch Rocce Rosse che si è fatta scappare l'occasione di acquisire nuovi e vecchi clienti, non concedendoci la saletta e non offrendo niente nonostante un conto abbondantemente sopra i 500 euro....e perdipiù in un giorno come il lunedì,solitamente povero di avventori (noi eravamo più di 40). A buon intenditor poche parole, peccato veramente !!!

domenica 14 ottobre 2012

Il Pizzolocolo selvaggio

Bella, anzi bellissima uscita di riding quella di ieri sabato 13 ottobre, una data da appuntarsi negli annali per la qualità e le selvagge suggestioni regalateci dalla imperviaa bellezza dei luoghi.

Partiamo un po' in ritardo dai Mps ma poi recuperiamo in autostrada, andando sempre a codice, comunque, ed arriviamo così a Desenzano al ritovo con gli altri. Saremo in 14 a  provare a scalare la vetta del Monte Napoleone, sfidando un meteo che soprattutto nella prima parte di giornata sembrava volerci prendere ingiro. A tratti infatti qualche scroscio di pioggia ci ha costretto a più di qualche sosta per metterci e per poi toglierci le mantelline. Da Verona (b.go venessia) e hinterland valpantenese Io, Cactus, Lucaling e quindi Conte e Michele.
In sintesi 64 km per circa 2000 di dislivello con una prima salita in sterrato/cemento piuttosto velenosa con una media finale di pendenza a mio avviso superiore al 13%. Abbiamo preferito evitare di doppiare la cima fermandoci a quota 1550 (cima a 1615), causa nubi basse, pioggia in aumento e temperatura di 7°C. Bellissima la sosta pranzo al rifugio dove la pasta, condita con il ragu o con il pomodoro l'hanno fatta da padrona. Qualcuno ha mangiato il minestrone, mentre come secondi polenta e formaggio, polenta salsiccia e formaggio e qualche  braciola hanno permesso di reintegrare le energie profuse durante l'ascesa. Ovviamente immancavbile il vino rosso e per i più fisicati ache un'ottima grappa bianca.

Una volta rifocillati e pronti al via, abbiamo inforcato il sentiero dei ladroni che insieme al meteo in miglioramento ha rappresentato una fantastica attrattiva per gli amanti delle discese dove far appello alla propria tecnica. Da notatre che con il tasso alcolemico no proprio a zero, Fabio si credeva Fruet ed era efficace più del solito nello strettissimo single track. Da notare che alcuni tratti erano proprio in passaggi a strapiombo WOW !!!!

Bella anche la valle delle Cartiere, peccato che a causa di una frana non era interamente percorribile e ci ha costretto a tornare indietro su nostri passi per poter arrivarne in fondo. Poco meno di 5 oredi running per un divertimento che ci ha accompagnato dal mattino alle 7 alla sera alle 18:30.
  



Unica parentesi negativa di tutto, degli stronzi di ladri che hanno pensato bene di aprire l'auto ufficiale del team Divinus Bike per rubare un borsone con dentro un pc ed alcuni abiti, il tutto all'interno del centro commericiale di Cunettone di Salo'.

venerdì 12 ottobre 2012

Domani sarà il Pizzocolo

Domani alle 7:00 rv. in quel dei Mps e direzione autostrada per andare a Desenzano e quindi a Cunettone.

Speriamo nel meteo che tenga. Ad ogni modo mi terrò appresso lo zainetto con un giubbino invernale ed una maglietta intima di ricambio oltre ad una mantellina.

Prevedo di partire con maglia intima invernale a manica corta, maglietta estiva e manicotti e pantaloni a 3/4.

Ne vedremo delle belle, se il meteo ce lo consentirà, nel senso che i panorami dal pizzocolo sono piuttosto suggestivi.

See you soon

lascio il link al blog del cactus
http://oltrelostacolo.blogspot.it/2012/10/escursione-mtb-pizzocolo-ronde.html

imperativo categorico, DIVERTIRSI tutti INSIEME e RITMO TRANQUILLO.

Chi ha bollenti spiriti da placare verrà gettato nel lago di Garda !!!

lunedì 8 ottobre 2012

Un bel giro con Ale

Ieri 07/10/12, ottenuto il nulla osta dal Ds mi accordo con Alessandro Zanini per un giro in mtb, visto che sia io che lui non eravamo orientati a gareggiare, quanto piuttosto a pedalare in tutta libertà.

Ritrovo ore 8:20 rotonda di montorio per un percorso di circa 50 km che ci vederà doppiare la pineta di Cerro e Basalovo per scendere via single track dalle torricelle e guadagnare le rispettive abitazioni domestiche.

Alla fine porteremo a casa 1350 metri di dislivello insieme a tanto divertimento e relax.

Ottimo il nuovo SAGUARO 29 TNT montatomi dal Duso che attacca piuttosto bene sul terreno e la cui carcassa non proprio leggera promette una resistenza superiore ai tagli e alle forature di cui sono rimasto vittima martedi scorso.

Il cambio....che dire dopo il tagliando dal Duso funziona meglio di quando era nuovo grazie ad un nuovo e più lineare incrocio dei cavi e anche alle guaine in treccia di maglia che assicurano migliore rigidità e quindi scorrevolezza. Seppure infatti il mio Xt abbia 8000 km snocciola ingranaggi in rapida successione come una mitraglietta, sia in giù che in su.

Unica nota negativa se così si può dire, un po' troppa ruggine (dovuta a poco utilizzo della mtb) nei passaggi tecnici in salita (S. Vincenzo) dove prudenzialmente metto il piede a terra....
Pertanto a breve prevedo di riprendere e ripetere il tratto per ripristinare migliori capacità.

Buona anche la gamba che gira bene e senza particolare sofrzo assicura un ritmo efficace.

lunedì 10 settembre 2012

La Baldanza, ovvero divertimento e mountain bike veri !!!

Ieri ritrovo alle 7:30 con Giorgio della mia squadra e Andrea Cactus sotto casa mia, dove carichiamo le bici sull'auto e partiamo per Caprino luogo di partenza e ritrovo previsto per le 8:30.
Siamo 9 bikers ben assortiti nel senso che proveniamo da 3 team diversi, Veronabike 2, Andreis 2, Forti a Taola1 e Divinus Monteforte 4.
Un bel caffè ci viene servito da una giovane ragazza in uno dei bar della piazza dove ci ripromettiamo di tornare.

Il giro ci vedrà doppiare malga ime, malga valfredda, gingere alle pozze e poi salire fino al gpm di giornata, il rifugio Chierego a 1910 metri di quota, dove arriviamo alle 13:00 e dove consumiamo un piuchemai meritato panino insieme a qualche birretta.

Scenari da sogno fanno da sfondo alla nostra ascesa, fra sudore, chiacchere sole e divertimento.

Una conferma, la feltona in discesa va come un siluro...la 29 ha sicuramente dei numeri in più...sullo sconnesso giù dai fiori del Baldo scende bene e se le si lascia la briglia sciolta funziona ancora meglio, filtrando le fortissime sollecitazioni provenienti dal fondo.

Discese da spettino su ciottoli, smosso, terra, toboga ci hanno accompagnato fino a Caprino.

MTB vera, come quella dei primi periodi, all'insegna del contatto con la gente e con la natura, senza curarsi di cronometri, tempi soglie e mica soglie !!!!

venerdì 7 settembre 2012

La mia 6 ore del principe

Bellissima manifestazione quella dello scorso sabato 1 settenbre organizzata dal team Liona in quel di Lonigo. Dire che è andata bene è dire poco, per me è stata un'esperienza bellissima grazie alla quale mi sono divertito anche se ho faticato e le 6 ore sono letteralmente volate !

Un grande ringraziamento al team supernova con il quale ho corso in T4 insieme a Enzo, Mirko e Matteo G. ed inoltre ringraziamenti doverosi vanno anche ad Andrea a a Matteo D. sempre del supernova per l'accoglienza ed il recioto offerto da Andrea e a Matteo per aver messo l'auto a disposizione traghettando borse e quant'altro dagli spogliatoi al luogo di partenza. Particolari complimenti sempre ad Andrea e a Matteo D. arrivati rispettivamente 7° e 3° (WOW) nella categoria individuale.

Grazie anche alle mogli/compagne presenti che hanno pensato a rifocillarci con ottimi panini, cracker, banane e quant'altro.

Non avevo mai preso parte ad una gara a staffetta e devo dire che il primo giro è quello in cui ho fatto più fatica, infatti dopo essere arrivato mi girava un po' la testa, mentre gli altri 6 passaggi, eccetto il 3° nel fango fatto piano per evitare di cadere, li ho fatti tutti piuttosto bene in crica 12 minuti, durante i quali ero concentrato ad andare al massimo e che a dire il vero passavano via piuttossto in fretta.

Bello anche il percorso, alla portata di ogni ciclista che si faccia chiamare biker.

Bello aver fatto 7 tornate a tutta per complessivi 35 km circa e 1.5 ore di corsa effettiva.

Il mal tempo non ha nemmeno dato tanto fastidio.

giovedì 23 agosto 2012

Pissarotta di padella !!!!

Ieri scappo dal lavoro ad un orario decente ed alle 17:30 sono già in sella alla bdc, direzione pissarotta.

Fa caldo e anche tanto, tanto più che nel frigo del lavoro c'è un pezzo di anguria e lo mangio pensando che poi tornerà utile...e credetemi mossa migliore non avrei potuto farla.

Lo smanicato fa la sua parte nel dissipare il calore del mio corpo a sua volta accresciuto dal calore dell'aria.

Il termometro della bici arriva a segnare anche 38°C nonostante l'ora del pomeriggio, ma fortunatamente salendo dalla pissarotta la temperatura si fa più umana e l'ombra che tale strada garantisce, assicura una temperatura più bassa di tre gradi nella parte iniziale e di addirittura 10 in quella finale.

Arrivato alla fine infatti ci sono 28°C non fanno certo venire voglia di tornarsene a casa...ma nonostante questo pensiero, giro la bici e torno da dove sono venuto.

A 3 km dalla fine della pissarotta in discesa trovo un autobogone (automobilista bogone) che nei drittti accelera per poi fermarsi in curva. Provo a pensare di superarlo ma è troppo pericoloso e quindi rinuncio.

Arrivo a casa alle 19:00 con 40 km pedalati piuttosto bene, poi doccia spesa e quindi appuntamento con la moglie in pizzeria dove divoro un galletto alla brace con patate e varie verdure bevendoci dietro anche l'adige.

mercoledì 22 agosto 2012

MTB in assitenza

Scrivo dopo una decina abbondante di digiuno dal blog concomitante con le mie ferie durante le quali posso ben dire di aver digiunato dal pc, ma non dalla bici.

La mia nine pro 29, alias feltona aveva bisogno di una riparazione alla gomma posteriore (maxxis aspen) forata su un legno secco aguzzo durante l'ultima scorribanda narrata nell'ultimo post.

Una volta seccatosi il lattice, infatti, il forellino ha continuato a perdere liquido finendo per non tapparsi più. Dusi dovrebbe applicare una pezza e risolvere il problema.

Nota a margine i pedali XTR, ultimo up grade, vanno benissimo, semmai ci fosse stato bisogno di dichiararlo, e come primo campo di test hanno avuto la gara del 29 luglio alla sega di ala dove ne ho apprezzato le qualità come l'ampia superficie d'appoggio e la sincerità dell'aggancio e dello sgancio.

Venerdì 24 andrò a ritirarla e poi via di nuovo verso altre avventure !!!

mercoledì 8 agosto 2012

Un marathon serale

Portati a casa ieri 60 km e 950 di dislivello per totali 2 ore e 45 di pedale !

Partenza da casa alle 17:45 e ritrovo presso la dimora conteale alle 18:25. All'appuntamento canno di brutto arrivando troppo presto ed allora gironzolo per ingannare il tempo mettendo in saccoccia circa 20 km...

Il giro cn Fabio ci vedrà salire dalla lugo praole per poi scendere nel vajetto di cerro e risalire dai campi sportivi per poi fare rientro dal monte viola tramite prati del vento e la discesa dal capitello san vincenzo.

Birrettina al bar di fronte alla pizzeria corte fusina e poi a casa !!!

Ottime le sensazioni in discesa !!! 75 km/h alla fine dei prati del vento prima della pesa di romagnano, piccola foratura riparata dal lattice dovuta al passaggio su un ramo non visto.

A monte viola incontro e saluto con un manipolo degli aspetime, ps SALUTONI AL FIX ANCORA CONVALESCENTE

lunedì 6 agosto 2012

In pompa magna

Ieri in occasione della transumanza dei biker in lessinia, mi sono guadagnato sul campo l'epiteto di "pompador di giornata" in quanto la mia pompa eleven acquistata 5 anni fa da grandis ha funzionato per ben 4 volte togliendo dagli impacci i malcapitati biker che avevano forato.

Pare che in questi ultimi tempi la pompa che sia dell'aria della bici o che sia dello scooter mi assilli particolarmente....

Leggendo gli annali della storia romana ho scoperto di avere discendenze da Pomponio Attico il quale a sua volta aveva ceduto il testimone a madame Pompadour che stanca dei suoi lavori orali si mise a fare il thè nelle omonime bustine in vendita nei negozi. Ho scoperto che parenti non tanto lontani del 1600 avevano chiamato un avo Pompilio e che andato in ferie a Pomposa pensò bene di progettare strumenti atti a comprimere aria e fludi...

Di tutto questo ambaradam io sono rimasto con la pompa del motorino rotta, ma con la pompa della bici molto ben funzionante, quindi IERI HO POMPATO PER TUTTI !!!! E come potevo esimermi dal farlo?

Sicuramente uno dei beneficiari della mia pompa mi offrirà un soggiorno a Pomponesco.

venerdì 3 agosto 2012

Maledetta pompa !!!!

Ieri finché stavo andando in corso Milano per fare alcuni acquisti in un discount il cui brand ha 4 lettere ed una sola vocale...il mio Beverly 300 si è spento finché driblavo una colonnna di auto.

Provo a riaccenderlo, ma niente fa come per avviarsi e poi si spegne. Sento il meccanico che mi consiglia di lasciarlo raffreddare bene erano le 18:30 e mi invita ad accenderlo non prima delle 19:00.




Alle 19:00 lo accendo ma il Beverly dopo 1 minuto si spegne !!! Allora concordo che mi venga a prendere con il furgone e a spinta arrivo a ponte catena. Qui faccio un ultimo tentativo e accendo il Beverly che parte, ma attraversato ponte Catena si spegne di nuovo !!! Chiamo di nuovo il meccanico e concordo che mi venga a prendere.

Nel frattempo sono le 20:15 ed arriva il meccanico con il furgone a caricare il Beverly che va in moto, ehm in furgone e sta acceso che è una meraviglia !!!

Arrivati dal meccanico lo accendiamo e lo scaldiamo bene e poi un paio di tironi a 100 km/h ed il Beverly va benissimo.

Il verdetto del meccanico parla della POMPA DEL CARBURANTE che si sta rompendo e mi spiega come si fa a sentire quando non va. Praticamente prima di accenderlo, si apre il tappo del carburanete e dopo aver girato la chiave dell'avviamento si deve sentire un ronzio provenire dal serbatoio, che sta ad indicare l'avvio della pompa con il relativo carico di benzina.

PS con in mio mitico zip del '94 non sono mai rimasto a piedi per problemi di motore nonostante gliene avessi combinate di tutti i colori... Quando avevo 16 anni ed il motorino doveva fare almeno i 90 all'ora, con tutte le modifiche che ha subito, povera bestia, è sempre andato non lasciandomi praticamente mai a piedi.

Il meccanico mi spiegava che i motori piaggio a carburatore erano un'altra cosa rispetto a quelli ad iniezione..purtroppo.

giovedì 2 agosto 2012

Un sabato diverso

Sabato andrò in ritiro con il Ds in quel di punta S. Vigilio sul lago di Garda, dove trascorrerò una giornata di relax, tra bagni di sole di lago e pranzo al sacco.


Il tutto anche in funzione della successiva giornata di domenica 05/08 che mi vedrà impegnato nella transumanza dei bikers in lessinia.

Cosa no se fa par pedalar !!!!

lunedì 30 luglio 2012

La mia Lessinia bike di ieri 29/07

Ieri la mia giornata inizia alle 5:40, quando stanco di stare a letto pensado ai preparativi decido di alzarmi e inziare a farmi la borsa con tutto l'occorrente nonché a fare l'alta borsa quella con le birre e le bistecche da grgliare.
Alle 7:15 partiamo da casa e alle 8:00 circa siamo già a Sega di Ala, parcheggiati con l'auto.
La gara parte alle 10:33 per noi della seconda griglia...dove entro un quarto d'ora prima della partenza, e incontro Franceschino, Biondo, Lucaling alcuni amici dei Ciclidoro e tanti altri, oltre ad Alessandro ex veronabike ora chesini e Antonio della mia squadra.

La gara parte regolare e decido non fare subito forcing dato l'assembramento alla partenza e sulla prima salita, dove ho faticato parecchio per cercare di salire senza mettere il piede a terra dati vari tappi che si sono formati.
Dopo le prime due salite, il gruppo inzia un po' ad allungarsi ed io che sto benissimo decido che è ora di andare. Pedalo costantemente soprasoglia senza nemmeno accorgermene e senza sentire ancora fatica e nel giro di mezz'ora sono messo piuttosto bene, quando decido di bere e mi accorgo di aver perso la borraccia.
Nel frattempo ho raggiunto Franceschino con il quale passerò circa metà della gara e che gentilmente mi ha offerto un pò di acqua e poi la borraccia vuota che riempirò al ristoro con acqua (GRAZIE 1000)
Sinché attendevo il ristoro, continuavo a mangiare in modo che tra gel e barrette potessi introdurre anche se pochi, dei liquidi per non disidratarmi e soffirire.
La gamba gira benissimo sino al primo ristoro, quando dopo aver bevuto come un cammello, il mio cuore faticava a girare di nuovo alto ed allora decido di abbassare il ritmo che la gara è lunga, così procederò un po' al di sotto delle mie possibilità, ma potrò rifiatare per sparare tutto nel finale.

Lucaling che avevo lasciato un po' alle spalle poco prima, mi raggiunge e formiamo un terzetto un po' assortito nel senso che Franceschino non era del tutto in palla, Luca faceva un po' di elastico fra me che procedevo regolare e Franceschino. Giungiamo a Malga lessinia e salutiamo Conte e Orldandi che erano venuti a tifarci, a Castelberto do un ciucciotto a Luca e poi la magica 29 fa il resto. Giù da Castelberto la bici va che è una bellezza e mi consente una guida efficace senza rischiare più del dovuto.

Ai -3 sto ancora recuperando posizioni ed arriverò a chiudere in 2 ore e 38 minuti 19esimo di categoria e 147 assoluto

Se non avessi perso la borraccia probabilmente sarei riuscito a limare via un paio di minuti senza troppo esagerare e se non mi fossi dovuto fermare 2 volte per serrare il bloccaggio posteriore allentato forse un altro minutino lo tiravo giù.....se poi mi fossi chiamato Deho sarei arrivato secondo !!!!

Al di la di tutto ANDATA ALLA GRANDE ottimo TERZO TEMPO CON BARBECUE DI SQUADRA !!!!

venerdì 27 luglio 2012

E' ora di sganciarsi !!!!

Montati ieri dal Duso i pedali XTR che sono andati a sostituire i leggerissimi Ritchey, con i quali non sono riuscito a trovare il giusto feeling nonostante i mei sforzi.

Allora ho puntato sul pedale per eccellenza, la rolls royce degli sganci, che pur non brillando per leggerezza, non ha rivali in termini di affidabilità, durata nel tempo, scorrevolezza e larghezza della superficie d'appoggio.

Il primo vero test, domenica alla Lessina Bike !!!!

mercoledì 18 luglio 2012

Nobili deliri !!!

Ode al Buce: tu,
Buce, figliol prodigo,
perché hai
abbandonato  l'alcova
primordiale. Perché
hai staccato il
cordone ombelicale.
Perché sei andato a
vivere a Borgo
Panigale?
Insomma, ti abbiamo
perso nel ben noto
girone infernale!!!!

 -il Conte 17/07/12-

Ora ditemi, come si fa a rimanere seri difronte a cotanto spremersi di cervella del nobile di Sezano?

NO DIGO ALTRO, se non bravo Conte 6 1 poeta !

martedì 17 luglio 2012

Carote, che passione !!!


Inaugurato ieri sera il saladino, piccolo elettrodomestico cordless per affettare/grattugiare la verdura !
La prova è andata abbastanza bene anche se finché ero tutto preso a vedere come grattugiava, non sono stato subito attendo a dove andavano a finire le carote julienne appena grattugiate, con il risultato che poi ho dovuto pulire in giro.

Una certezza, senza questo utensile, io non avrei mai e poi mai mangiato carote gratttugiate da me, cosa che odio fare e quindi le mangio intere - solitamente - ma ora....andrò di Saladino a manetta.

Grattugiate fresche, sono tutta un'altra cosa rispetto a quelle della busta.

Così finchè Conte, Lucaling, Anonimo e Franceschino pedalavano di buona lena, io ero intento ad affettare verdura.....

lunedì 16 luglio 2012

Sono andato a 140....nel w.e.

Questo w.e. breve riepilogo...

NON DOVREI AVER PRESO MULTE, ma KM in bici !!!


Sabato 85 km in bici da corsa Verona Spiazzi a/r;
Domenica 55 km in mtb con la è ben sa ghe bike.

Grazie al Conte che mi ha coninvolto per la seconda edizione della è ben sa ghè, veramente organizzata alla grande con un ottimo seguito di partecipanti e che ci ha regalato dei nuovi spunti per le future pedalate con le ruote grasse.

E intanto si avvicina la Lessinia Bike !!!!

giovedì 12 luglio 2012

L'ITALIA CHE NON VORREI

Per la serie l'Italia che non vorrei, capita che dopo 11 mesi arrivi da pagare per una prestazione di pronto
soccorso....in quanto si trattava di un codice bianco.

La cosa che rompe di più oltre ai 45 euro anzi 46.30 che ho pagato comprensivi di bollettino è che avevo solo 4 giorni per pagare altrimenti....EQUITALIA avrebbe ricevuto la pratica, sicuramente, immmagino

MA come CAZ... siamo messi in Italia ?!!!!

Per la cronaca l'intervento di pronto soccorso si riferiva a quel mega foruncolo che mi si era formato nel canale uditivo sinistro, tralaltro molto doloroso e per il quale mi avevano visitato il lontano 13 agosto 2011.

mercoledì 11 luglio 2012

Pomeriggio RATATOUILLESCO

Pomeriggio, quello di ieri dove ho mescolato una serie di cose, riuscendo a farle tutte, eccetto una, pedalare.
 - Abbeverato i fiori a casa dei miei che sono in ferie,
 - tagliato i capelli,
 - fatta la spesa di verdura,
 - cucinata la ratatouille di verdure per il ds,
 - fatte le pulizie (ripetute) con il folletto fatta anche la scala in legno con la forka rigida (del folleto),
 - buttate le immondizie della differenziata e...
 - uscito a bere una birretta pre cena con un amico che non vedevo dal matrimonio.

Ricevuta una valanga di Sms dal Conte, piuttosto sfottenti....circa il fatto che ieri non ero riuscito a pedalare.

lunedì 9 luglio 2012

Qualcuno mi spiega perchè....


Qualcuno mi spiega perché quando vado dal dentista che con una o più carie  non sento alcun male anche mangiando il miele, mentre per alcuni giorni, dopo che mi ha fatto delle otturazioni in giro qua e la, sneto male  ovunque ?

Cartellinio Rosso


Sabato mattino avevo intenzione di pedalare con il gruppo papataso....sono già pronto alle 7:15 e sistematicamente ogni volta che faccio per salutare e fare un check di tutto il necessario il ds mezzo addormentato mi chiama per dirmi qualcosa...
Va bene una volta, va bene due ma alla terza...allora dillo che è meglio che rimanga in branda !

E' che il mio cervello da uomo, è solito recepire un messaggio in lingua italiana per il senso compiuto che può avere in italiano..ma qui si potebbe disquisire all'infinito sulla contraddittorietà dei messaggi che le nostre compagne veicolano nei quali vi è una palese differenza fra il contenuto del testo (tipo: vai in bici) e la modalità con cui viene espresso (tipo: via inbici?!).

Alla fine mi sono arreso, per evitare di passare un pomeriggio ed una domenica da incubo.....del tipo io ti avevo detto che potevi  andare, ma tu dovevi capire che era meglio se stavi a casa, visto che giovedì sera scorso sei tornato alle 01:00 a.m. ed è un bel po che non ci si vede.......e tra lavoro e BICI......

Ravvedo i miei piani e ormai alle 8:30 so che forse potrei provare a giocare la carta dell'uscita pomeridiana...

Faccio il "bravo?" marito di casa e poi verso le 11:30 inizio a mettere sotto i denti qualcosa, tanto per non partire a pancia vuota. Vari i tentativi di trovare un compagno di avventura per il pomerigigo, ma senza esito tra telefonate e sms capisco che pedalerò da solo.

Così è stato sotto il caldo delle 13:00 parto alla volta di Stallavena, per poi prendere per Fiamene e quindi per Monte Comun e sbucare a Fane. Da qui l'ascesa è proseguita transitando da Erbezzo e da Bosco per fare rientro alle 16:15 a casa. Pedalare alle 13:15 direzione Alcenago con 37 gradi indicati dal mio ciclocomputer NON HA SENSO, per tutto il resto c'è......MISTER CALD !!!
Giuro un'altra volta piuttosto che recuperare un'uscita al pomeriggio, preferisco quasi saltarla, TROPPO CALDO, TROPPA FATICA !!

venerdì 6 luglio 2012

A tutta birra al pian - la notturna !!!

Nessuna definizione calzerebbe meglio per descrivere il ritmo criminale che ieri ci ha visti salire ad Olivè sul filo delle 22:30, per una(?) strameritata birra !!

Il giro per me è partito da casa alle 18:20, per passaare in contea e prelevare l'aristocratico cinquantenne ganassa. Neanche a dirlo piccolo stelvio, capitello s. vincenzo e variante orlandi come aperitivo. Mentre scendiamo da maroni troviamo pure l'anonimo con il quale proseguiamo la discesa fino alla rotonda di montorio, facendo tratti dell'Xc 2011.

Alla rotonda raccogliamo stefano e via verso il bar benny a casette di s. martino. Qui la truppa del dusi è folta come non mai e, non li ho contati ma credo almeno una trentina di bikers ci accoglie. Io ed il conte ci facciamo una radler che già avevamo fatto un pre giro ed una volta arrivato orlandi il battaglione è partito per fare nell'ordine, il monte dei santi scendendo alle ferrazze, salire sulla dorsale del castello di montorio, per poi s. fidenzio, via ....non ricordo il nome, e quindi il marseghina, per poi scendere da maroni e quindi scendere a mizzole mediante variante torresin. Ultima erta il pian da olivè preso a bomba, con vari bikers che si alternavano in uno scambio di rasoiate pungenti, tra le mie imprecazioni vs il Conte che diceva di andare tranquilo. Ai -1 dico ad orlandi di dare un'ultima pacca per ammazzare le ganassate varie e il buon paolo mi ascolta allungando di quel tando che basta affinché il MASTER GANASSA alzi bandiera bianca o quasi, perché manco a dirlo poi ha fatto lo scatto per la medaglia di legno.....visto che di legno ormai c'erano gambe e testa !!!

Bei percorsi, da enduro al chiaro di luna e dei faretti, ottima compagnia e ritmo...che a mano a mano che ci si avvicinava verso la mèta finale era sempre più in crescendo.

Ieri fatti circa 70 km e oltre 1000 di dislivello !!!! Doccia e letto entro le 01:00 am

lunedì 2 luglio 2012

Chi presto inizia....



Sabato scorso, non sono riuscito ad andare all'appuntamento con i Focus perché;
- dovevo tagliare il prato,
- per tagliare il prato dovevo prendere il decespugliatore a casa del suocero,
- dovevo accogliere un'amica di mia moglie che si sarebbe fermata da noi per il w.e.

Pertanto sapendo che sarei rientrato troppo tardi dal giro con l'insetto di Colognola, la scelta da fare, l'unica possibile era quella di partire presto e tornare presto.

Il giro mi ha visto partire alle 7:15 in bdc, con sella, scarpre e catena nuova alla volta di San Giorgio, dove arrivavo alle 9:15 zuppo di sudore. Il caldo si è fatto sentire durante l'ascesa dalla strada di Trezzolano, sempre esposta al sole. Le 7 birre piccole bevute con i colleghi il giorno prima, sono state sudate fuori sino all'ultima goccia.

Il giro mi ha visto poi proseguire passando per Bosco ed Erbezzo e quindi rientrare a casa. Totali 90 km per poco più di 3 ore di pedale...

Penso che fino a quando ci sarà caldo anticiperò la partenza dalle 7:00 alle 7:30 in modo da guadagnare quota prima possibile evitando la canicola.

Buono il responso del mio didietro che ha apprezzato la sella SLR con il foro e le scarpe nuove che non mi hanno mai provocato il minimo indolenzimento.

venerdì 29 giugno 2012

Hoegarden batte pils 2 a 1

Ieri sera dopo il giretto arrivo a casa che avrei bevuto l'Adige, ma siccome è inquinato e non è che ce l'abbia proprio sotto casa, mi è toccato aprire il frigo dove...mi ha strizzato l'occhio una delle mie birre preferite !!!



Ecco la fine della prima Hoegarden, direi decisamente bevuta tutta in un sorso dopo la doccia tornato dalla bici. SPETTACOLARE

Poi la serara è proseguita con un buon pollo arrosto, delle patate al forno e un'insalatina e ovviamente 1/2 litro di pilsen..al termine della quale, dopo essere stato risucchiato dal divano, mi sono sparato un'ulteriore Hoegarden davanti alla tv

Attimi di vita che sanno farsi apprezzare, nonostante la sudata che ci ho piazzato, l'arietta che circolava con tutte le finestre aperte, mi ha raffreddato

Le novità sulla tagliaro stradale

Provate ieri in un giretto di 36 km pianeggianti le scarpe nuove le sidi genius 5, la sella selle italia slr con il buco in mezzo e la catena nuova ultegra.

Come prime sensazioni, il mio didietro ha apprezzato la sella con il relativo incavo, che pare scaricare bene la zona perineale, ma si sa non basta un giretto di un ora su una sella perdipiù nuova nuova per stabilire se va bene, anche se le prerogative ci sono tutte. A Bussolengo mi fermo per alzare la sella, precedentemente abbassata da Tagliaro nel tentativo estremo di tenere la vecchia slr xp. Se l'abbassamento di 5 mm aveva sortito buoni effetti sulla riduzione del dolore, aveva anche ridotto la dinamica di pedalata. Ora dopo averla alzata di circa 3-4mm sento una pedalata molto più rotonda ed efficace, come prima che la sella vecchia iniziasse a farmi male.

Le scarpe...anche per quelle vale il discorso della sella, da nuove non sono subito al top come comodità, ma di sicuro non fanno male.

Vedremo domani che si farà se pedalerò in bdc insieme ai pappatasi oppure se ripiegherò per un giro in solitaria.

giovedì 21 giugno 2012

Un'idea per sabato 23 giugno - Alta Lessinia

Ciao a tutti,


il prossimo sabato 23 giugno pensavo di partire con chi vuole unirsi alle 8:30 dalla rotonda di montorio per un giro con mèta Alta Lessinia e sosta in una malga per il pranzo. Prevedo di rientrare entro le 15:30 al massimo. In caso di meteo sfavorevole, brutto verso l'alta montagna confermo il ritrovo, ma si vedrà sul momento cosa fare.
               
Ovviamente in MTB !                                 
                                                                                                                         Vi aspetto numerosi
                                                                                                                                    Fede

lunedì 18 giugno 2012

Sabato 16/06/12, ovvero partirono in 35 e arrivarono solo in 5

Il titolo del post rende ragione alla diaspora di bikers avvenuta durante il tragitto, visto che solo io, Fabrizio, Claudio, Orlandi e Gianluca,  porteremo a termine l'impresa di conquistare Malga Malera di sotto, aggiudicamdoci un ottimo piatto di gnocchi sbatui al quale ha fatto seguito un maxi tagliere di formaggi ed affettati, due bud (birre) a testa ed un ottimo caffettino.

A onor del vero all'appuntamento alla rotonda di Montorio si sono radunati sia i bikers del pedala con il Conte, sia quelli del papataso fansclub. Il giro vede i bikers partire con le lance in resta e subito il contakm ci fa sapere che si viaggia su asfalto a 36 km/h. Il seprentone guadagna la salita del paradiso, ovvero l'ultima erta della legend 2009,sulla quale ben 2 bikers decidono di lasciar andare il gruppo per evitare di trascinarsi a casa. Il giro annunciato come impegnativo dal blog dell'insetto di Colognola prosegue nella sua ascesa guadagnando quota passando da Cajò per andare sino a San Rocco di Piegara in asfalto. Qui prima del 1°muro di San Vitale si prende a destra per contrada Bonomi e via per la legend 2011 (se non sbaglio anno). Il percorso proposto è bellissimo e soprattutto il single track nel bosco sotto Spillichi rende ragione alla carovana. Usciti verso Varalta il troncone si romperà in due, i papatasi circa 15 andranno verso Badia, mentre i pedalanti con il Conte proseguiranno più o meno tutti l'ascesa per la legend 2011 marathon, non risparmiando quindi sulla fatica, sulle pozzanghere fangose, sui pedali che quando sganci non si sganciano ( e quindi mi fanno cadere da fermo) sino ad arrivare in piazza a Velo per una meritata pausa coca.

A Velo incontriamo Orlandi  e Franceschino che, arrivato poco in ritardo all'appuntamento montoriese, nemmeno salendo a tutta per la via più breve è riuscito nell'intento di aggregarsi alla carovana in sterrato. La qualcosa per ricordare il ritmo criminale tenuto dai bikers capitanati da Papataso, TE POSSINO....!!!!

In quel di Velo, scatta l'idea o forse era già scattata prima ad Orlandi raggiungere Malga Malera di sotto per un piatto di gnocchi sbatui, a sposare tale idea saremo quindi il sottoscritto, Fabrizio, Claudio,Gianluca  e ovviamente Orlandi, tutti quanti infatti avevamo ipotecato il bouns con le mogli/morose (chi le ha) mentre Conte, con estremo rammarico ha dovuto scendere a Vr per evitare la crocifissione, considerati i suoi prossimi w.e. corsaioli, tra SRH e 24 ORE (Conte no te pol mia far tuto!)


Il percorso da Velo ci ha visto salire dall'asfalto per evitare di allungare troppo fino a conca dei Parpari, dove abbbiamo preso l'ampio sterrato (che si faceva in giù alla legend 2011) e siamo saliti sino alla malga. Malga Malera ha aperto da poco e devo dire che il personale gentile e rapido ci ha ospitato alla grande, PS TONERO' SICURAMENTE NEI PROSSIMI SABATI !!!. Gnocchi strabuoni e digeribilissimi affettati e formaggi di qualità  e la bud e sempre la bud! Onestitssimi quelli della malga che con poco più di 15 euro ci hanno ampiamente sfamati (no ghe stava piu niente).



Dopo la sosta pranzo, riprendiamo la strada passando per San Giorgio e poi via asfalto per Branchetto, subito dopo il campeggio giriamo a sinistra e raggiungiamo i Merli, quindi rispuntiamo su asfalto a Griez e di nuovo in sterrato in località Corbane per giungere a Bosco. Piccolo aneddoto a Bosco in piazza vediamo una gnocca incredibile con tanto di maglia bianca, seno prosperoso, capelli biondi e stivaletti in pelle...inutile dire che 2 bikers che la stavano guardando ma che avevano smesso di guardare la strada per poco evitano di collidere, la le risate generali degli altri 3.

Da Bosco, qualche scurtolo ci porta a Casa Nazareth e poi giù dai boschi di Bosco, e quindi Arzarè Corrubio e Lugo sempre via sterrati d'ordinanza. Da Lugo a Grezzana proseguiano in asfalto sino in gelateria, e poi via sterrato sino a Sezano per poi arrivare a Montorio e saluarci.

Arrivo a casa bruciato dal sole con 5.5 ore di pedale, 2250 metri di dislivello e quasi 95 km !!!!

venerdì 15 giugno 2012

9 ORE ANNULLATA !!!!

E' con estremo rammarico che il c.o. della 9 ore di Custoza mi comunica che la manifestazione è stata annullata per problemi di nulla osta per l'attraversamento di alcuni appezzamenti. La polizia locale su pressione di alcuni proprietari ha ritirato le autorizzazioni al transito, questo è quanto mi è stato spiegato.

E' inutile dire che ci sono rimasto MALISSIMO !!!

Il c.o. con il morale sotto i tacchi a dir poco, si darà da fare per fare i bonifici per restituire i soldi agli iscritti.

Sabato 9 ore a Caselle di Sommacampagna

 

Sole e caldo sono previsti per il prossimo sabato 16 giugno, nonché domani in quel di Caselle di Sommacampagna dove si disputerà la 9 ore di Custoza alla quale parteciperò come individuale, ringraziando sin d'ora i ragazzi della Supernova per il supporto   logistico                                                    che vorranno concedermi.

Per il resto, un piccolo aneddoto, meno male che ho visto che si parte da Caselle perché se avessi badato solo al nome, sarei arrivato in piazza a Custoza senza trovare nessuno....e li si che sarebbero stati problemi, per non usare altri eufemismi più coloriti.

Il Miglio della gelateria mi ha consigliato la tecnica cinghiale, ovvero, magna a manetta che 9 ore sono lunghe, e penso seguirò il suo consiglio. Dato il caldo bere ed alimentarsi correttamente saranno azioni da fare per cercare di portare a termine l'impresa con sè stessi.

Oggi sessione di sitemazione mountain con lavaggio, pulizia ed ingrassaggio catena. Stasera appuntamento con una bella terrina di pasta !!!!

A DOMANI

martedì 12 giugno 2012

AAA CERCASI OSPITALITA' DURANTE LA CUSTOZA BIKE

Ciao a tutti,
chiedo se ci sia qualche team disposto ad accogliermi nel suo gazebo come appoggio logistico durante la corsa del prossimo sabato 16 giugno a custoza.

Io corrererò come individuale ed essendo l'unico della mia squadra impegnato nella manifestazione non ho nessuno che mi possa spalleggiare.

Grazie intanto e rispondete numerosi, accogliendo un bucefalo, oltretutto non sporco, non mordo e mangio le cose del ristoro !!!!

lunedì 11 giugno 2012

Ricominciare da 4.5 O DA 9

Mercoledì scorso 06/06/12 primo vero giro in mtb tornato dopo il matrimonio e dopo uno stop dalla mtb di oltre 3 settimane.
Pedalate 4.5 ore con totali 1800 metri di dislivello E 75 KM  tra monte Viola, piccolo Stelvio (fatto un paio di volte), Grezzana e le case vecchie.
Le sensazioni sono state tutto sommato positive, anche se nei giorni seguenti ho fatto una fatica incredibile a recuperare e sono stato sempre piuttosto stanco.

Gli up grade sulla feltona funzionano a dovere;
- la sella ritchey wcs,
-i pedali ritchey,
- il copertone nuovo al posteriore Aspen.
I pedali a dire il vero talvolta faticano a sganciarsi nonostante la tensione al minimo della molla, ma credo che sia solo una questione di aumento dei giochi tra le tacchette e le sedi dei pedali.


PERCHE' UN GIRO DA 4.5 ORE PER RIPRENDERE?

PERCHE' IL 16 GIUGNO INTENDO CORRERE COME INDIVIDUALE LA 9 ORE DI CUSTOZA E VOLEVO PROVARE A RIMANERE SULLA SELLA IL PIU' POSSIBILE ma sarà dura  anche se il percorso è stato rivisto e privato dei tratti più impegnativi.

Nelle puntate precedenti....

Nelle puntate precedenti e accadutoche....
- mi sono sposato il 19 maggio
- ho festeggiato con 2 feste il 19 maggio
- non ho più postato nulla nel blog
- sono stato in viaggio di nozze
- sono tornato dal viaggio di nozze dopo una settimana
- sono rimasto in ferie fino al 06/06/12
- ho fatto un digiuno totale dal computer....non dal cibo

GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE IN QUALCHE MODO HANNO CONDIVISO LA MIA FELICITA' o che sono stati felici perché per un po' non mi hanno visto :)!

Tornato al lavoro il 07/06/12 ora sono più attivo che mai...SPERO !

giovedì 10 maggio 2012

- 8 giorni al D DAY !!!!

Mancano 8 giorni al 19 maggio, ovvero al mio matrimonio........

In questi giorni avrò un gran da fare per ultimare i festeggiamenti nei dettagli  e PAGARE i fornitori......

Mannaggia quanti UP GRADE che potrei fare sulla MTB con le spese....potrei tranquillamente prenderne una praticamente al top oppure farmene una buona per i w.e. ed una meno buona per i giorni infrasettimanali oppure per quando il meteo è avverso.


Tranqui, è la mente del ciclista che pensa, non quella dello sposo....

A presto !

venerdì 4 maggio 2012

Mannaggia all'AUDI A 2 !!


L'altro ieri, mercoledì 2 maggio...il fattaccio. Ilaria sta percorrendo piazza Isolo direzione teatro Romano, quando un autobus proveniente dalla direzione opposta le fa il pelo e lei per schivarlo pela il marciapiede con l'anteriore destra, squarciandola !!!

Ovviamente nel parcheggio del teatro romano gli accertatori di sosta non scherzano e quindi giù di verona park.

Premessa il treno di gomme aveva un anno e mezzo di vita e come guida Ilaria era praticamente nuovo.

Ricevo la telefonata di Ilaria alle 11:15 e alle 35 sono già li in cerca del ruotino.....che dopo aver telefonato all'audi e aver ribaltato più e più volte il doppio fondo del baule, ci dicono che non c'è. Al suo posto, i crucchi hanno ben pensato di mettere una boccia da 1/2 litro di sigillante...(che mi sa prima o poi finirà nei tubeless della mia mtb) ed un compressore. Ovvio che con due cose del genere non ne saresti mai venuto fuori. Allora mi faccio coraggio e mettendomi d'accordo con il meccanico, vado da lui e mi faccio prestare una gomma di una golf 5 che ha il medesimo girobulloni dell'audi a 2  del 2002 !!! Caricare il cric da officina e la gomma sulla mia seicento, non sono stata una passeggiata me ce l'ho fatta.

Ritorno poi al teatro romano dove cambio la gomma...

Risparmiati così 200 euro di carro attrezzi, ma perse 3 ore.

Il verdetto del meccanico, 2 gomme da cambiare circa 260 euro + il montaggio e la bilanciatura. Ovviamente la michelin non produce più la gomma che si è tagliata e così ci toccherà cambiare entrambi le anteriori.

EVVAI!!!

Fiat seicento...nel suo piccolo ha ruotino e cric di facile utilizzo,  e quindi ne vieni sempre. L'audi a 2 ha invece un cric che va agganciato in una sede che quando l'auto ha una ruota a terra, è praticamente impossibile da trovare !!! W LA SEMPLICITA' ITALIANA E ABBASSO L'INGENIERIA CRUCCA

lunedì 30 aprile 2012

Triplettaaaaaa!!!!!!!



Tre uscite in due giorni quindi sarebbe più corretto parlare di doppietta+uno, ma mi sono allargato ed allora per l'entusiasmo TRIPLETTA , come l'amo da pesca a tre uncini.

Con tre uncini e giocandomi ogni sorta di bonus, ho ottenuto in quel di sabato scorso 28/04/12, data da inserire negli annali ciclistici, il nulla osta a farmi un bel doppio.

Il mattino sono uscito con il Conte, Franceschino, Orlandi e Lucaling per un (loro giro predurello) e per una mia sgroppatina in mtb a ritmo tranquillo ma foriera di nuovi sentieri, almeno per me, alcuni dei quali molto belli. Porto a casa, un prosecco dell'Olmo, 40 km e 800 metri di dislivello.

Il pomeriggio, alle 12:00 sto già sbranando un bel 200 grammi di pasta integrale olio e grana, per partire, alle 13:00, stavolta in bdc, alla volta di Zevio, luogo di ritrovo con gli amici della Jebetum Group di Zevio per un'uscita in bdc, stavolta. Questa occasione mi vedrà pedalare per 80 km circa a cavallo tra la val d'Illasi, per salire dalla Bettola a S. Mauro e quindi giungere a S. Rocco di Piegara, per poi scendere via Pian di Castagnè a Verona.

Domenica mattina, ritrovo con il buon Domenico (compagno di team) e prova di quasi tutto il tracciato della baldobike in mtb che si disputerà la prossima domenica 13/05. Anche qui porterò a casa 52 km e 900 di dislivello oltre alla conoscenza di nuovi (per me) ed incantevoli scenari dove adnrò ancora a pedalare. Ottimo anche il trasferimento in auto, che alle 7:15 del mattino mi ha visto giungere a Ponton alle 7:40, luogo del ritrovo, veramente in un attimo, complice l'assenza di traffico.

Totali 40 + 80 + 50 = 170 km .

Direi che se anche mi sono perso la Durello, non ho alcun rimpianto, anzi, probabilmente ci ho guadagnato molto di più!

giovedì 26 aprile 2012

25/04/12 ovvero 1000 colli in bdc

Ieri ritrovo con Lucaling e l'amico Mirko per una girata in bici da strada. Ritrovo ore 8.30 sotto casa mia per giro con saliscendi in Valpolicella.
Rompiamo gli indugi subito una torricella a freddo per gradire con Luca piuttosto velenoso che allunga con la padella fino all'orto botanico, dove, inizio ad infastidirmi e a restituirgli pan per focaccia. Vado di 24*19 e spingo fino allo scollinamento sopra l'acquedotto guadagnandomi la maledizione di Luca ed un bel fuorisoglia.

Il giro prosegue, facendo nell'ordine, Cola in salita, discesa dalla pizzeria da Gigi, Negrar, per poi salire a Torbe, Prun e scollinare al Monte Tesoro, dopo croce dello Schioppo. Dallo scollinamento, discesa verso Fane e poi di Fiamene e quindi discesa di nuovo a Negrar passando da Colombare di Villa.

Da Negrar l'ascesa repentina mediante la Porchetta, alias Siresol-cassonetti, e quindi discesa tramite via Are Zovo fino a Quinzano. Per chiudere il giro un giro delle torricelle mediante percorso dei Mondiali.

Arrivo a casa con 80 km i poco più di tre ore ed un quarto, un bel po' di dislivello (approssimativamente sui 2000 metri) e le gambe abbastanza tritate complici le numerose ascese ed un ritmo non proprio alla volemose bene, quanto piuttosto alla famose male.

Le conferme, Luca era caduto negli ormoni dal primo mattino, ed ora pimpante più che mai, io pur stando bene non ero al massimo ma  mi sono difeso bene e direi che mi sono fatto onore.

giovedì 12 aprile 2012

Ma allora è vero che mi sposo....


Ieri la mia giornata inizia presto come per andare al lavoro, ma....vado solo a donare il sangue. Poi invece dopo la donazione del sangue, avanti con l'organizzazione del matrimoinio, salto in agenzia di viaggi, zompo poi all'Aci per un bollo vecchio non pagato (mannaggia) e poi a seguire ripetute in confetteria a ritirare i sacchettini e last but not the least acquisto cartone di prosecco da 12 bottiglie alla bottega della birra. Nel pomeriggio invece ho proseguito con la prova ufficiale vestito...e poi finalmente ho portato la feltona dal Dusi per un tagliando.
N'atimo che tiro el fià, ma la giornata è volata via senza alcun indugio....tra un impegno e l'aver ricevuto il primo regalo mi ha ricordato che è vero che mi sposo.

Tanto per la cronaca un set da 6 bicchieri in vetro soffiato, tutti di colori diversi ci ha resi piuttosto contenti, evvai !!!

mercoledì 4 aprile 2012

Una bella uscita serale!!!

Ieri 03/04 ricevo sms di Cactus, che mi chidede se andiamo in bici verso le 17:30 fino alle 19:00. Faccio i conti con gli impegni di lavoro e me ne libero in 2 e 2 quattro. Alle 16:30 sono già in tangenziale a bordo della mia fiat 600, quando....paffete si accende la spia gialla che segnala le anomalie del motore. Tiro fuori il libretto dal quale apprendo che se la spia lampeggia potrebbero esserci danni, se invece rimane fissa....no.

Ecco allora che me ne frego, anche perché la macchina andava sempre bene, arrivo a casa, mi piglio un caffé, tiro dentro i panni stesi ancor prima di ricevere l'sms del Ds Ilaria che mi segnala che è una cosa da fare. Chiamo il meccanico e mi accordo di andare da lui l'indomani mattino, del resto, lavoro e auto possono attendere ma la bici, quella NO !!!

Eccomi che alle 17:30 sono sotto alla Mps bello pronto per l'uscita anche se un po' dubbioso per il meteo. Alla rotonda incontriamo il Conte e via l'allegra trenata aggredisce la pissarotta di slancio, complice qualche ganassata in risposta ad un ciclista che faceva le ripetute fino al confine.

Bella l'ascesa fino al Cerro con una mia progressione che fa un po' di vuoto dietro. Bella anche la discesa da Azzago a Grezzana e OTTIMO il prosecchino al bar 800 di Grezzana con purtroppo poche tartine...

Gran bel giro pensate un po' che in un'ora e 5 minuti eravamo già al  Cerro. 45 km in un'ora e mezza scarsa.

Una votla a casa, doccia sitemazione caos lasciato e preparazione cena al Ds che ha gradito.

GRANDE COMPAGNIA !!!!

martedì 3 aprile 2012

Una volata da Medole


Ecco l'ultima delle fatiche di Medole....dove a farla da padrone è stato il fortissimo vento presente.

Facendo il ganassa potrei dire che ho vinto la volata....in realtà l'ho subita e penso di averla conclusa al 2° posto (la volata ovviamente non la gara) in quanto quei due bikers al mio fianco mi sono venuti a prendere perché mentre io ero rimasto da solo a lottare contro il vento, loro due si davano i cambi per venirmi ad acciuffare ed io ho fatto il meglio che potevo.

Al di la della cronaca dell'arrivo, la stagione agnostica iniziata per me la scorsa domenica in quel della South Garda Bike, non poteva andare meglio di così. Il risultato finale 246° assoluto e 51° di categoria,  in due ore e 24 primi, tanto è stato il tempo da me impiegato per percorrere i 57 km della kermesse medolese.

Tanto per dare un'idea dei motori a 2 gambe presenti, pensate un po' che un certo Scandola è arrivato 50 esimo....e Celestino secondo o terzo.... per darvi un'idea ho preso 30 minuti dal vincitore .

La mia gara è stata perfetta, direi. Dal primo chilometro sino a circa il trentesimo ho tirato dentro a tutta, salvo qualche breve momento in cui nei single track si faceva un po' di fila dietro ai più lenti che non si potevano superare. Diciamo che dividendo la gara in 4 fasi (da 15 km ciascuna) le prime due le ho fatte completamente a bomba mollando un po' la pesa, nella terza parte per poi dare tutto nell'ultima parte della quarta fase (ultimi 6-7 km).

I compagni di gara.
Dopo i primi 15 km raggiungo Marco della Supernova e visto il passo analogo al mio concordo di tirarci l'un l'altro. Cos' facendo raggiungiamo Arduini sulla prima salita sasso/ghiaiosa, poi dopo alcuni km Davide ci ripassa, ma noi lo riprenderemo verso i 3/4 di gara e lui mi sorpasserà, senza che me ne accorga poco prima dell'arrivo (Davide arriva circa un minuto prima di me e 10 posti prima).
Marco invece attorno al km 40 perde un po' di brillantezza e mi suggerisce di non attenderlo ma di andare se ne ho...e infatti dopo un po' ascolterò il suo consiglio, grazie Marco comunque, correre in due trovando un buon accordo agevola entrambi. A dire il vero, Marco aveva più manico in discesa, io invece spingevo qualcosina in più sul piano.

L'organizzazione, è stata perfetta e la logistica piuttosto razionale, ha agevolato le docce, il pranzo ed il parcheggio.

Del mio team c'erano Paolo, Andrea, Antonio, Domenico e Roberto con i quali ho condiviso pre e post gara in clima festa fra brioches patatine torte e fragolino...

Mi sono proprio diverrito e per quello che si può stare bene durante una corsa, sono stato proprio bene e tutto è filato liscio anche la bici, non propio tagliandata....con pastiglie e gomma posteriore finite è andata alla grande.

GRAZIE A TUTTI !!!

giovedì 29 marzo 2012

Domenica si corre......(speremo)

Ciao a tutti, dopo aver bucato l'appuntamento con:

 - San Valentino (febbre)
 - 3 Valli (compleanno Ds Ilaria)....

che sia la volta bona per iniziare la stagione delle corse o le corse di stagione ?

Intanto chi vorrà potrà venirmi a tifare in quel di Medole dove domenica 01/04/12 prenderà il via la 6a South Garda Bike 56 km per 600 metri di dislivello nel basso Garda fra Cavriana e Monzambano, tanti magia e bevi ,qualche single track molto bello ed un po' tecnico.

La prima griglia parte alle 10:30.......vabbè aspetterò, anche se personalmente preferisco partire un'ora prima in modo da non rimanere sulla gradella troppo a lungo.

Conte come Barbapapà

Lo scorso martedì ha rappresentato l'occasione per pedalare di nuovo insieme all'ormai imbarbapapito Conte....
A dire il vero all'appuntamento in bici stradale eravamo io, Cactus, Lucaling e l'aristocratico di Sezano, quest'ultimo sulla 29 carbon, mentre noi in ultraleggera.

Ma perché Barbapapà ?

In primis, Conte non si rade dall'incidente in moto, quindi ormai da un mesetto


Poi perché in barba alle sue 50 privamere ed al terzetto che lo accompagnava, continuava, sulle salite più dure a forzare il passo  al punto da farla in barba ai sui compagni.....non da ultimo, sulla salita Moruri Magrano, (il tratto più tosto che porta alla statale prima di s. Rocco) parte come una saetta, ed io decido che non è il caso di farsi così del male rispondendo.

Lesto lesto, imposto il ritmo del mio motore, vedendo che col procedere dei 400 metri di strappo duro, il divario fra me ed il Conte si riduce sempre più fino a quando lo prendo, ma si badi, con un buon ritmo, MA REGOLARE.

L'infingardo Barbapapà, non appena sente il mio fiato sul collo, aumenta di quel tanto che basta a me per mandarlo a quel paese e oltretutto, il simpatico Conte fa tale mossa almeno un paio di volte negli ultimi 150 metri di ascesa....TE POSSINO !!!!

Il resto del giro è una picchiata con curve e controcurve sino a Verona con un Cactus ringalluzzito dalla nuova posizione sulla bdc (by Alfiero) che va in discesa veramente forte e che raggiunge una top speed di ben 72 km/h contro i mei 70.

Un plauso alla tenacia per Lucaling ed un augurio che il dolore al ginocchio, per la sfortunata caduta alla 3 valli, lo abbandoni al più presto.

Beh, una cosa, almeno in discesa. abbiamo dovuto fermarci per attendere il Conte !!! ;)

lunedì 26 marzo 2012

Un velocissimo sabato stradale

Lo scorso sabato 24/03 è andata in scena una Verona Malcesine Peschiera Verona, alquanto veloce, soprattutto nella prima parte...

Mi trovo sabato mattina in piazza Bra e mi accordo di accordarmi con gli atleti del team Gs Tebaldi. Alla diga incontro anche Luciano, Andrea B. ed il fratello, che rimarranno agganciati al treno Verona Malcesine, sino a Bussolengo.

All'ultimo semaforo di Bussolengo, un km prima del Flover, la mia vescica mi impone un rapido pit stop...e avverto la trenata della cosa (messaggio subliminale, ASPETTATEMI). Per riagguantare il manipolo dei GS Tebaldi, inforco il Flover a tutta. Allo scollinamento li vedo li a 300 metri, ma il vento contrario, l'essere da solo ed aver fatto la salita a tutta non mi consentono di andarli a prendere facilmente. Il gruppo inizia a discendere velocemente verso Pastrengo e da una bella botta nei paraggi del Kartodromo indoor.

Se prima li vedevo, ora non li vedo quasi più....ma nonostante ciò mi dico, Fede tieni aperto e vai..... e così ho fatto. Nei paraggi della discesa che porta a Lazise mi do un gran da fare, superando camper auto e qualche moto incolonnata, rapida pinzata e poi via giù a tutta direzione Bardolino..... A Calmasino li vedo ma cavolo, sti 350 - 400 metri sono veramente tanti da ricucire....soprattutto quando si viaggia ad oltre 35 - 37 all'ora con il vento leggermente contrario.

Sto quasi mollando, ma penso alle cose che mi fanno girare le palle al lavoro e trovo ulteriori energie da spremere. Nei pressi del minigolf di Bardolino li vedo sempre più vicino ed anche qui pinzo rapidamente e con qualche mossa funambolica, li riaggancio, planando a tutta nelle rotonde.

Una volta ricongiuntomi, la testa mi girava. amcora e la prima parola che (sebbene mi vergogni) mi è venuta in mente sono quelle che compongono un epiteto blasfemo composto dal nome della Divinità affiancato a quello di un animale domenistico a 4 zampe, alquanto fedele all'uomo.... Ecco che ricevo i complimenti della trenata e la conferma che dopo il kartodromo di pastrengo i Tebaldi avevano dato una bella accelerata.

Il giro procecde almeno per me, in coda al gruppo per alcuni km per riprendermi dallo sforzo, ma poi una volta ricompreso dove mi trovavo ho ripreso a dare dei cambi. Malcesine con il vento in poppa si raggiunge rapidamente tra scatti e controscatti dei più allenati. Rapida tappa in un bar, caffè e pastina e poi via verso Peschiera e quindi Verona.

In sinetesi 4, 15 ore di giro a 34 km/h di media....e 140 km..... direi un bel veloce !!!!

Domenica a casa, bici al chiodo e compleanno del Ds Ilaria che ha apprezzato il gesto (velatamente richiesto).

domenica 18 marzo 2012

Un lungo non preventivato

Bella la bici, tu pensi di fare un giro e poi ne esce uno del tutto diverso. Ieri, sabato 17 mi trovo alle 8:30 con Lucaling e l'amico Mirko sotto casa mia, mèta Bardolino per loro due (Luca domani corre la Bardolino in mtb), mentre io avevo l'intenzione di spararmi un po' di mangia e bevi nel rientro attraverso la valpolicella.

Torbole del Garda
Una volta giunti in località Fontanelle sopra il canale nei pressi di Sega di Cavaion, incontriamo il gruppo della Butty insieme agli Sportclik. Mi metto a chiaccherare con alcuni della Butty, con i quali ero in squadra sino al 2004. Poi tra gli Spoortclik incontro Alberto (ex Veronabike) che ciccola e ciaccola mi informa della sua intenzione di spararsi il giro della valle in solitaria. L'idea di fare un simile giro mi ronza nel cervello e si fa sempre più realtà. Giunti nei pressi di Garda, telefono al Ds Ilaria e le chiedo se ci sono problemi nel caso in cui torni verso le 13:30. Lei mi risponde cos'è che voglio che è dal parrucchiere....io me la gioco bene e così ottengo il nulla osta per la mia avventura. A Torri, Butty e Sportclik Lucaling e Mirko prendono per Albisano, mentre io e Alberto impostiamo un'andatura briosa in direzione di Torbole. Con cambi regolari ed ua buona intesa i km scorrono via veloci sotto le nostre ruote almeno fino a Torbole. Giunti a Mori infatti la musica cambia completamente, un vento contario e costantemente teso non ci abbandonerà più per tutta la Valdadige. Meno male che eravamo in due e con qualche cambio era possibile alleviare la fatica che è stata veramente tanta. Pensate che per tenere un'andatura tra i 27 ed i 30 orari era necessario un grande dispendio energetico e richiedeva un grande carico per le gambe.

Con qualche breve sosta per alimentarsi e rifornirsi d'acqua, porterò a casa oltre all'acido lattico, 158 km in poco più di 5 ore, risultato encomiabile dato il forte vento contrario e considerato che per me era la prima volta che macinavo così tanti km sulla tagliaro. Bene anche la regolazione della sella fattami da Danilo lo scorso giovedì, grazie alla quale ho trovato un grande sollievo alla sollecitazione alla zona peritoneale che ultimamente non im consentiva di pedalare per così tante ore consecutive.

lunedì 12 marzo 2012

Ieri ruote grasse !!!!!

Tornato ieri l'appuntamento con le ruote grasse ed il divertimento...ASSOLUTO.

Uscita a due con Mirko conosciuto al corso fidanzati, grande ciclista che corre prevalentemente gare udace, quindi con un ritmo nelle gambe, decisamente veloce.

Ieri il mio intento era mostrargli nuovi sentieri, e così è stato:
- il sentiero dei cacciatori (sopra Castagné)
- il vajo di Mezzane
- discesa delle albicocche
hanno rappresentato per Mirko una bellissima scoperta.

Il giro ci ha visto partire a salire da Montorio, per scollinare via" boschetto" al Pian, quindi proseguire per Palui e quindi tenere per il sentiero dei cacciatori e ancora vajo di Mezzane, salite dei cancelli, discesa delle albicocche, salita dei molini e quindi il vajo tra Castagné ed il Pian.

Tre ore ed un quarto di mtb, intense ma molto molto piacevoli, totali 50 km e 1450 di dislivello....

La mia condizione è buona, peccato non poter correre la 3 valli.

Piccolo inconveniente tecnico, nel  drop fra le rocce del vajo di Mezzane, mi si muove la sella dal reggisella e mi fermo con l'attrezzino per riposizionarla.

lunedì 5 marzo 2012

BDC vs MTB 1 a 1

Si conclude con un bel pari il derby in casa Recla fra bdc e mtb andato in scena nello scorso w.e.
Un bel giro in bici da strada il sabato con partenza alla diga alle 8:30, 16 partenti arrrivati tutti insieme sia alla mèta (Castellaro Lagusello) che poi al ritorno a Verona. Buona l'andatura mai eccessivo anche per la presenza di un paio di donne, piuttosto allenate, una Federica della nosta squadra  ed un'altra in borghese (non aveva divisa di qualche team).
Tra i presenti, Io, Giorgio, Andrea S, Luciano, Antonio, Andrea B. tutti veronabike, poi Alessadro ex veronabike, Fabio forse futuro iscritto della nostra squadra, Lucaling della Chesini e poi mi scuso ma a memoria non ricordo altri nomi, benché abbia ben presenti le facce.
Gran finale con torricella mondiale al contrario per me Luca e in parte anche per Antonio. 100 km e non sentirli dato il calore e la simpatica compagnia del gruppo.

Domenica invece, ritrovo con Fabio, alias il Conte e giro scansa acqua andato in scena tra le colline del castello di Montorio, Grezzana e Lumiago con poco più di due ore ma quasi 1100 di dislivello, un ritmo non proprio cerebrale, prosecco finale all'Olrmo e lavaggio bici a casa del Conte. Da notare che a mezzogiorno ero già a casa e quasi docciato. 40 km !
Fantastica la (futura) bici  del Conte, la air carbon, bella rigida e al tempo stesso però alquanto confortevole.

Oggi che è lunedì , al lavoro appaio alquanto STRACO, ma contento !!!

martedì 28 febbraio 2012

Testa da lungo !!

In questi giorni, visto che non correrò la tre valli 2012, mi sono inventato qualcos'altro. Nei prossimi w.e compatibilmente ad impegni e al meteo, è mia intenzione cimentarmi in lunghi, soprattutto con la bici da strada.
Mi piacerebbe fare il giro della valle in solitaria o con chi volesse condividere la mia compagnia...e non da ultimo il giro del lago che non faccio dal lontano 2006.
Nel 2006 ricordo che sono partito presto per il giro del lago, e al rientro, poiché non ero pago che lla prima cifra decimale rimanesse sul numero 1, una volta  Verona ho gironzolato prima di rincasare in modo che il mio contachilometri segnasse 200. Una bella soddisfazione, 200 km tutti da solo....uomini avvisati....

Mannaggia !!!!!!

Caspita, il 25 marzo c'è la tre valli 2012 URRAH !!!!!

Ops il 25 marzo è il compleanno di mia morosa.......

Per la proprietà transitiva non correrò la tre valli 2012.

mercoledì 22 febbraio 2012

Quelli della sera

Ieri è andata in scena una bella uscita serale a 4, ovvero, io, Lucaling, Enrico (alias Bestkevin) e Conte. I primi tre si sono trovati in borgo venessia per poi andare a casa del Conte a prelevarlo e iniziare il giro insieme. Bello il percorso, anche se mannaggia al Conte...per una volta che la feltona è pulita (dopo 2 mesi che era lurida), mi è toccato sporcarla in una carrareccia di un kilometro o poco più.

Le conferme del giro;
- la bella compagnia;
- il bel percorso "ferraziano";
- le forature che non si riparano da sole (Lucaling fora sotto casa e  cambia la camera d'aria ed io invece alle prese con un microforellino sulla camera d'aria del mi copertone una volta ricco di lattice, devo fermarmi per ridare pressione dopo un'ora di giro).

Circa 34 km percorsi in poco più di un'ora e venti minuti !!!!!

E' giunta l'ora che vada a tagliandare la feltona, me lo chiedono la catena, le pastiglie ed il disco anteriore e non da ultimo l'ormai colabrodo del maxxis aspen posteriore che non ne vuol sapere di rimanere gonfio nemmeno con la camera d'aria inserita.

martedì 21 febbraio 2012

21.02.2012

Oggi è un giorno la cui data si legge indifferentemente da sinistra verso destra che da destra verso sinistra, e allora, stasera ci troveremo per un giretto in mtb alle 17:45 alla chiesa di S Giuseppe Fuori le Mura in borgo Venezia.

lunedì 20 febbraio 2012

il mio w.e. ciclistico

Posto che non sarei dovuto uscire questo w.e....diciamo che è andata alla grande in quanto dopo una settimana di stop sono riuscito a collezionare due uscite una sabato e una domenica !!!!

Sabato bdc con Cactus e Roby, un paio di salite e totali 73 km con 650 di dislivello

Domenica con Cactus Roby e Ale, pochi km 22-23 ma TANTA TENNICA, ovviamente in mtb.
Sono state fatte tre dissese che condite da umidità e pantano, hanno regalato una sferzata di adrenalina a noi bikers, ovvero la discesa che da sotto San Vincenzo si prende a Dx e che porta sull'ampia carrareccia che conduce al piccolo Stelvio e in seguito la discesa della Scimmia dal Monte Marseghina..ovvero un fuorisella costante con due bei drop e tante ma tante pietre grosse.
Finale di giro condito con una discesa dal ranch rocce rosse, dove con la manopola sinistra aggancio una rete e mi devo fermare per evitare di cadere.

SENSAZIONALE GIRO DA RIFARE SU ASCIUTTO !!!!

Ps domenica  a mezzogiorno qualsiasi cosa mi passava davanti l'ho mangiata, avevo una fame impressionante !!!! Solo verso sera la fame se n'è andata....

A ricordarmi degli sforzi fatti sto w.e. un buon indolenzimento a quadricipiti ed adduttori per tutto il pomeriggio di domenica ed anche parte del lunedi!

giovedì 16 febbraio 2012

Auguri PAPA' !!!


Tanti auguri al mio papà che oggi compie gli anni e che non smetterò mai di ringraziare per avermi inziato alla bici. Quando infatti non ero ancora in cantiere lui aveva iniziato a salire in sella alla sua Grandis per percorrere le strade della provincia veronese. Anche se non ha mai fatto gare, ha sempre pedalato ma mai per più di 2-3 mila km l'anno. Tra i suoi meriti quello di essere stato uno dei fondatori della US CADORE settore ciclismo, della quale è stato il cassiere per una decina d'anni almeno. Diventato più grande io, verso i 10 anni mi ha procurato la mia prima bici da strada che era nientepopodimeno che una Chesini appartenuta al figlio di Benini. Mio papà Giorgio era infatti un conoscente di Bruno che a sua volta aveva bazzicato attorno all'US CADORE per poi affrancarsi preferendo le corse ma rimanendo sempre disponibile a fornire auto e compagnia in occasione delle gite sociali.

Il fatto curioso è che a mano a mano che la mia passione per la bici da corsa cresceva, mio papà si interessava di altre cose....i funghi e la natura. Poi una volta in pesione mio papà Giorgio ha ripreso ad andare in bici da strada con la sua vecchia compagnia per due tre anni, per poi abbandonare completamente la bici da corsa in favore dei funghi e dell'orto.

A dire il vero anche questa cosa non è del tutto corretta...Giorgio preferisce nettamente scorrazzare per fare commisioni in sella alla sua Chesini da donna con cestino anteriore e posteriore, indispensabili per metterci gli ortaggi da lui coltivati. Se infatti c'è una cosa che a mio papà Giorgio non è mai interessata un gran che è l'auto !!! Potesse, lui ne farebbe a meno, per spostarsi sempre in bici !!! E' forse questo uno dei segreti della sua salute, perché nonostante non sia più proprio un giovanotto a 75 primavere compiute, vi posso assicurare che se vi porta  per i boschi in cerca di funghi dovrete chiedergli pietà.....per tornare a casa.

Giorgio infatti se sguinzagliato in mezzo alle "brecchene" è capace di camminare ininterrottamente per 7-8 ore piegandosi di continuo alla ricerca di funghi ed erbe con le quali prepara ottimi risotti.

AUGURI PAPA' !!!!!Sei un grande

sabato 11 febbraio 2012

Un numero per non correre a Locara !!! (38)



Parte male, anzi non parte nemmeno per me la stagione agonistica....dopo un finale 2011 funestato dagli acciacchi eccoci che ci risiamo. Stamattina esco con il Conte e compagnia e non riesco a scaldarmi ho freddo e non vedo l'ora di andare a casa. Il motivo c'è, ho la febbre a 38°C.
Acido acetilsalicilico the e brodo caldo i miei compagni del giorno...PECCATO!!!!!

Chissà che numero mi era stato assegnato dagli organizzatori. Non mi è mai accaduto di non partire nemmeno ad una gara alla quale mi sono iscritto, ma si sa, c'è sempre una prima volta.

IN BOCCA AL LUPO A TUTTI I BIKERS CHE PARTIRANNO !!!

Fede

giovedì 9 febbraio 2012

Diverse allegre tirate di collo....

A conferma che anche quando si festeggia Fabio non va mai piano, ieri sera, in occasione dei festeggiamenti per il suo 50 esimo compleanno, si è disputata una gara ad inseguimento....dei bicchieri di bollicine, però!

Si è riusciti nello scopo di tirare il collo, ma stavolta a svariate bottiglie di brut franciacorta, senza che quasi nessuno rimanesse indietro. Il ritmo non si può dire che sia stato proprio cerebrale in quanto si è partiti sempre molto ottimisti con il bicchiere mezzo pieno e si è poi finito che tutti o quasi erano mezzi pieni, per la nota proprietà osmotica del nettare di bacco....che dal bicchiere si trasferiva rapidamente nei palati degli astanti.

Lascio un link al blog del Pezzo in attesa delle foto ufficiali di casa Savoia.


SPETTACOLARE SERATA CHE VERRA' RIPETUTA QUANDO ARRIVERA' LA BELLA STAGIONE NEL PLATEATICO DELL'OSTERIA.

Quando il Ds ordina io obbedisco !!!

Ieri 08/02/12 finisco di lavorare alle 15:45 e ricevo puntuale la telefonata del mio Ds che mi dice testualmente :" Beh, visto che c'è bel tempo ed è presto, perché non te ne vai a fare un bel giretto in bici?". Li per li ci rimango quasi male, in effetti ero ancora appagato dal bel giretto fatto in notturna il giorno precedente il 07/02/12.  Non manco però di obbedire e quindi arrivato a casa mi cambio e faccio un giretto compiendo due volte il giro dell'Xc di Montorio.
Rientro con 22 km e un'ora e venti di pedale e 550 di dislivello, anche per fare posto all'evento Contesco.

mercoledì 8 febbraio 2012

Meglio prendere che lasciare !!!!

Ieri pomeriggio, finisco presto al lavoro ed arrivo a casa poco prima delle 17:00. Mentre guido verso casa penso...cavolo, quale migliore occasione per andare in bici?

Senza aver avuto il tempo di avvisare nessuno (purtroppo), una volta giunto a casa mi preparo ed inforco la mtb, così velocemente che prima delle 17:30 sto gia pedalando sulla ciclabile accompagnato dalla luce naturale ancora presente, in direzione piccolo Stelvio.
Affronto la prima ascesa a ritmo blando ovvero con un lungo rapporto, in modo da salire in coppia (nonstante fossi da solo) privilegiando lo sforzo muscolare piuttosto che quello cardiaco.
La seconda tornata, invece inverto le polarità, scalo rapporti e salgo bello allegro mulinando e con il cuore che gira prossimo al fuorisoglia.

Che dire, bellissimo lo scenario nella seconda parte del piccolo Stelvio la neve ancora presente ha donato un bel fascino alla carrareccia, suggellato dal tramonto e dalle luci della città sullo sfondo.

Rientro dai tornanti di Novaglie, con l'ultima sgasata e guadagno la via di casa pago di 1.5 ore di bici e quasi 30 km !!!

Non male per un'uscita decisa all'ultim'ora .

Doccia e poi salto in macelleria, pollo arrosto e patate al forno et...voilà la cena è bella e pronta !

venerdì 3 febbraio 2012

La notturnina di ieri

Ieri io e l'impavido Enrico ci siamo trovati alle 18:00 a -2C° per un'uscita in mtb. Il pulsare delle luci della città sullo fondo, il crepitio delle ruote sulle bianche chiazze di neve, l'aria pulita e gli alberi di olivo ci hanno scortato per tutta la nostra uscita.

Abbiamo fatto una sola tornata perché la temperatura era in picchiata libera a giunti a -3°/-4°C abbiamo preferito, dopo la discesa farci un Novaglie dai tornanti per scaldarci e guadagnare la via ed il teporino domenistico

giovedì 2 febbraio 2012

Stasera notturnina? 02/02/12


Stasera, ammesso che non nevichi e non piova partirò verso le 17:45 da piazza Libero Vinco. Chi vuole
aggregarsi alla mia compagnia è il benvenuto!!!!

Vi aspetto numerosi.

Ricordo il faretto ed il giubbino catarifrangente