sabato 17 dicembre 2011

CENTONOVE MOTIVI PER ESSERE FELICI

Comincia presto la giornata di ieri 16/12/11, una delle più lunghe ma al tempo stesso veloci della mia vita.
Sono le 5 a.m.  quando suona la sveglia del cellulare ed io sono già sveglio mentre Ilaria che non ha praticamente chiuso occhio sono già 20 minuti che traffica.

La laurea è a Padova alle 9, ma prima bisogna arrivare al parcheggio della fiera, passare dal fiorista per la corona ed il mazzo di fiori e quindi compiere i 25 minuti a piedi che separano il parcheggio  della fiera dal palazzo Bò dove si tiene la laurea.




Sono le 5.45  ed i suoceri parcheggiano la loro auto nel nostro garage, per poi, una volta a bordo della nostra auto andare tutti insieme a recuperare i miei. Sono le 6 am e quando arriviamo a casa dei miei e mio suocero si ricorda di avere lasciato nella sua auto, nel nostro garage la macchina fotografica. Fa niente pensiamo, andiamo a recuperarla. Alle 6:15 abbiamo già recuperato la macchinetta fotografica e le nostre auto guadagnano la tangenziale est direzione casello autostrada Mi Ve.

I km scivolano via veloci,  e nonostante la velocità sia sempre a codice attorno ai 130, diversi furgoni e qualche bolide, ci sorpassano come se fossimo fermi.

Alle 7:25 siamo già a Pd al parcheggio della fiera, al bancone di un bar intenti a sorseggiare un caffé. Da quel momento  il tempo scorrerà praticamente velocissimo sino a sera regalandoci una giornata meravigliosa nonostante qualche abbondante scroscio di pioggia.
Alle 9.00 Ilaria viene chiamata per avvicinarsi all'aula dell'esame finale, e dopo circa una decina di minuti che stazioniamo davanti alle porte di legno un campanello suona e le porte si aprono.

Il mio cuore ha un sobbalzo quando Ilaria inizia a presentare il suo powe point, penso infatti, "speriamo che non si impappini" visto che conoscevo pure io il contenuto delle slides e la relativa sequenza. Ilaria è li ad esporre il duro lavoro degli ultimi 7 mesi della nostra vita e con estrema capacità snocciola brillantemente tutti gli argomenti. Risponde pure benissimo a due domande rispettivamente del correlatore e della presidente di commissione che le chiede in una frase di sintetizzare l'oggetto della sua tesi e Ilaria con estrema naturalezza  risponde che .... da una cosa negativa come poteva essere il tarantismo e la condizione dei contadini e/o delle persone sfruttate, ne esce sempre una positiva (il fatto che oggi il neotarantismo rappresenta  riscattto e motivo di vanto per terre povere come il sud Italia per anni vessato e contrassegnato negativamente).

Tra me e me, penso, bravissima Ilaria, sei stata proprio grande, dopo un lungo periodo ce l'hai fatta e anche  in modo brillante !!!
Finita l'esposizione, la commissione ci fa uscire dall'aula per poi chiamarci di li a pochi minuti ed annunciare che Ilaria è dottoressa con il punteggio di 109/110 !!!!!!!
Le hanno dato 6 punti, il massimo per la sua tesi che non era di eccellenza, nè tantomeno di ricerca.


I festeggiamenti sono proseguiti poi al cefffè Pedrocchi di Padova con i rispettivi genitori e due amici fidatissimi.


Un doverso ringraziamento spetta alla docente di Ilaria , ai parenti e agli amici .

5 commenti:

"Cactus" ha detto...

Le mie più sincere congratulazioni, grande traguardo! Ed ora il prossimo ovvero...il matrimonio ;)

Il Marcante ha detto...

Congratulazioni alla nuova dottoressa padovana!

bucephalo ha detto...

Grazie ragazzi mi fa molto piacere ricevere le vostre congratulazioni...ed ora non resta che sposarci, come dice il Cactus

Miglio gelatier ha detto...

Bravi! alla laureanda, a tutto lo staff accompagnatorio (orari eroici) e... al dattilografopreparatorelayoutciclistapart-time ;-) PS: grazie anche per l'OTTIMO reciotìn!

bucephalo ha detto...

Grazie e voi e al vostro gelato per avermi supportato in tante pause studio...
SIETE DEI GRANDI !!!!

Il reciotino 2009...parla da solo !!!